Filavicola Abruzzo

1.Introduzione

GESCO Società Cooperativa Agricola è beneficiaria di un contributo del Programma di Sviluppo Rurale – Abruzzo 2014/2020, avendo partecipato all’avviso pubblico allegato alla Determina n. DPD018/571 del 25/10/2018 relativo alla Misura 16 “Cooperazione” Sottomisura 16.2 – “Sostegno a progetti pilota e allo sviluppo di nuovi prodotti, pratiche, processi e tecnologie” – Seconda fase di selezione dei Progetti Integrati di Macro-Filiera (PIF). GESCO, infatti, è capofila del PIF denominato “FILAVICOLA ABRUZZO”.

Il titolo del progetto è: “Filiera Avicola in Abruzzo. Benessere animale del pollo da carne e in specifico del pollo allevato senza l’uso di antibiotici. Sviluppo di tecniche di allevamento e confezionamento alternativi e sostenibili per la realizzazione di prodotti alimentari di alta qualità”.

2. Descrizione generale del progetto

L’obiettivo del PIF è quello di accrescere la redditività e la competitività della filiera avicola abruzzese, nonché incrementare la sostenibilità ambientale delle produzioni agricole e alimentari. Le finalità del progetto FILAVICOLA ABRUZZO sono quelle di realizzare un progetto pilota per lo sviluppo di nuovi prodotti, processi, tecnologie all’interno della filiera avicola regionale, nonché la divulgazione dei risultati ottenuti al fine di promuovere l’innovazione gestionale del prodotto e del processo, migliorare la cooperazione di filiera tra i partner, creare valore aggiunto per i prodotti agricoli, promuovere i prodotti nei mercati locali e le filiere corte. Tra i risultati attesi, quindi, è auspicabile un incremento della competitività dei produttori, un miglioramento qualitativo dei prodotti, dell’interesse dei consumatori, un incremento del livello tecnologico nella filiera grazie alla ricerca e all’innovazione progettuali previste. Il progetto prevede la partecipazione di importanti partner che intervengono in tutte le fasi della filiera nonché partner scientifici.

Res Agraria srl, in qualità di partner diretto, è parte dell’attività tecnico-scientifica e dell’attività di divulgazione dei risultati del progetto.

Il partenariato risulta così costituito

Settore attività del partnerNumero partner coinvolti
Produzione primaria4 Aziende zootecniche
Trasformazione1 Azienda di trasformazione agroalimentare
Ricerca scientifica1 partner scientifico pubblico UNITE 1 partner scientifico privato RES AGRARIA
Organizzazione e cooperazione1 azienda capofila del progetto

 

 

 

 

 

3. Descrizione dettagliata del progetto di innovazione

Con specifico riferimento al progetto sviluppato in questa misura di investimento (Misura 16.2) i partner hanno sviluppato un progetto di innovazione che riguarda l’introduzione, la sperimentazione ed il controllo di nuovi sistemi di gestione degli allevamenti e di elaborazione del prodotto agroalimentare.

In sintesi, si tratta di interventi nell’ambito zootecnico e tecnologico del processo produttivo, afferenti a sperimentazioni portate avanti nei seguenti settori:

3.1 Ultrasuoni

Le attività intraprese che rientrano in questo progetto mirano alla ricerca di nuovi processi e tecnologie utili a migliorare la qualità delle carni avicole. In particolare, ci si è focalizzati sul trattamento post mortem di miopatie, causa del peggioramento delle caratteristiche organolettiche delle carni stesse. Le attività sono state svolte in partnership con l’Università di Bologna.

3.2 Illuminazione capannoni e valutazione di 3 diverse tecnologie di confezionamento

All’interno del progetto FILAVICOLA ABRUZZO, tra i cui scopi vi è quello di migliorare le qualità dei prodotti a vicoli e di incrementare il valore della filiera, sono state messe in atto delle attività di ricerca in collaborazione con l’Università di Teramo – Facoltà di Bioscienze e Tecnologie Agro-Alimentari e Ambientali. In particolare, sono stati coinvolti due team di lavoro che hanno effettuato due studi distinti lungo due segmenti della filiera. Il primo progetto si proponeva di valutare il miglioramento delle rese in allevamento tramite la modifica delle condizioni ambientali dei capannoni e di analizzare eventuali modifiche qualitative delle carni ottenute tramite questi nuovi processi zootecnici. Il secondo progetto era invece focalizzato sulla conservazione delle carni e sull’identificazione di nuovi parametri utili a definirne gli aspetti qualitativi con maggiore precisione, permettendo una analisi più puntuale con ripercussioni sulle scelte produttive.

3.3 Progetto IOT (Internet of Things)

Il progetto ha previsto inizialmente un intervento di interconnessione ad internet di tutte le strutture dell’allevamento, mediante l’installazione di hardware e software delle centraline che gestiscono il condizionamento e la domotica ambientale per favorire il benessere animale. Le informazioni ricavate sono state successivamente archiviate su sistemi Cloud ed elaborate con metodi di analisi di dati al fine di creare un ecosistema di Big Data utile propedeutico all’implementazione di strumenti a supporto del processo decisionale a carico dell’allevatore. Quest’ultimo è quindi in grado di visionare e gestire i parametri ambientali da remoto tramite App e rapidamente intervenire in modo consapevole sui parametri ambientali garantendo un maggior benessere ambientale.

4. Risultati attesi del progetto di innovazione

I risultati attesi del processo di innovazione sono i seguenti:

  • Aumento del benessere animale grazie all’utilizzo di nuovi sistemi di allevamento
  • Aumento della logistica gestionale degli allevamenti – zootecnia di precisione
  • Aumento del mercato della filiera e soddisfacimento delle nuove richieste di mercato
  • Aumento del mercato della filiera e soddisfacimento delle nuove richieste di mercato
  • Riduzione dei costi produttivi, miglioramento della qualità del processo e della sua sostenibilità
  • Riduzione dei costi produttivi, miglioramento della qualità del processo e della sua sostenibilità
  • Aumento del mercato della filiera e soddisfacimento delle nuove richieste di mercato
  • Aumento di redditività dei partner
PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE – ABRUZZO 2014/2020
Misura 16.2 - Sostegno a progetti pilota per lo sviluppo di nuovi prodotti, pratiche, processi e tecnologie

PROGETTO: FILAVICOLA ABRUZZO
Filiera Avicola in Abruzzo Benessere animale del pollo da carne, e in specifico del pollo allevato senza l'uso di antibiotici